Nuovo inizio di speranza collettiva: la mobilitazione delle Mag a fronte del declino del paese

E-mail Stampa PDF

«Sentiamo, oggi più che mai, la responsabilità a dare vita – in relazione alle donne e agli uomini e alle diverse associazioni impegnate per il cambiamento – ad una ampia mobilitazione di energie, forze e idee affinché migliorino i rapporti a tutti i livelli» è uno dei passaggi chiave con cui si conclude l'importante documento politico elaborato da «Imprese Sociali: Cooperative Mutualistiche, Associazioni, Fondazioni, Onlus a matrice Mag e dintorni» e intitolato «Nuovo inizio di speranza collettiva [che trovate qui] presentato ieri a Verona nel corso di una conferenza stampa.

Questa «presa di parola» è motivata dalla necessità di «favorire cambiamenti anche in coloro che sono nell’incertezza dell’agire; per costruire, nei singoli contesti in cui ognuno/a opera, azioni che si riconnettano a quelli di altri/e superando le diffuse dispersioni». «Non vogliamo costruire un ennesimo movimento o “partito” - chiariscono - ma desideriamo creare nuovi legami tra coloro che operano quotidianamente in questo ambito e con finalità simili alle nostre».

Con un'avvertenza illuminante ed importante: «quel che non vogliamo, invece, è che i nostri saperi ed esperienze siano rispolverati e esaltati solo per tamponare o per rimuovere le macerie create dall’azione e dal pensiero dominante».

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Sito personale:
Titolo:
Commento:
  La frase di verifica. Solo lettere minuscole senza spazi.
Frase di verifica: