Ponte delle Alpi riduce il rifiuto: da 348 a 29 kg a testa in 4 anni

E-mail Stampa PDF

La notizia è buona e «riciclona»: dopo essersi aggiudicato il premio per la miglior raccolta differenziata tra i Comuni Ricicloni 2010, con l'85% dei rifiuti riciclati, Ponte nelle Alpi [Bl] continua ad essere «virtuoso», raggiungendo quest'anno l'88% della differenziazione dei rifiuti.

A fare la differenza è il sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta, avviato a Ponte nelle Alpi dall'ottobre 2007 e affidato alla società Ponte Servizi srl. Su questo salto di qualità i numeri parlano chiaro: nel 2006 la raccolta differenziata era del 22,4%, quota che nel 2008, con l'entrata a regime della raccolta porta a porta, è salita all'81,6%. Un aumento virtuoso che va a braccetto con una riduzione significativa [come scrive Ezio Orzes sul suo sito]: la riduzione del rifiuto secco indifferenziato dalle quasi 3mila tonnellate del 2006 [348 kg a testa] alle 248 tonnellate attuali [-91,5%, 29 kg a testa].

L'esperienza virtuosa di Ponte nelle Alpi non è l'unica in Veneto: secondo il rapporto Comuni Ricicloni 2010 di Legambiente [i curiosi possono scaricarlo qui], il Veneto è primo in classifica tra le regioni «riciclone», seguito dal Friuli Venezia Giulia e dalla Lombardia. Nel 67% dei comuni veneti [390 su 581], infatti, la raccolta differenziata è una realtà consolidata e in continua crescita. Tra i comuni virtuosi in tema di differenziata ci sono i trevigiani Carbonera e Altivole, che differenziano rispettivamente il 79,8% e il 74% dei rifiuti. Come si legge sul rapporto di Legambiente, tra i comuni con più di 10mila abitanti [come Carbonera], «nelle prime 27 posizioni troviamo solo comuni veneti e trentini ad eccezione di due comuni astigiani». E anche nella classifica dei comuni con meno di 10mila abitanti [come Altivole], sono solo due i comuni non veneti [uno del trentino e uno del torinese]: nei primi 30 posti, 18 sono i comuni della provincia di Treviso.

Pillole di eco-comportamento

Si chiude il prossimo 24 aprile, la seconda edizione della settimana nazionale “Porta la Sporta” 2011. All'iniziativa, promossa da Associazione dei Comuni Virtuosi, WWF, Italia Nostra, Touring Club Italiano e Adiconsum, con il patrocinio del Ministero dell'ambiente, mira a promuovere l'utilizzo di borse riciclabili e riutilizzabili negli acquisti quotidiani. Tutte le informazioni e la mappa delle realtà aderenti [associazioni, comuni, scuole…] si trovano sul sito della campagna Porta la Sporta.

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Sito personale:
Titolo:
Commento:
  La frase di verifica. Solo lettere minuscole senza spazi.
Frase di verifica: