Valli da pesca della laguna: in arrivo la vendita?

E-mail Stampa PDF

Pericolo manovre sulle valli da pesca della laguna veneziana. Il magistrato alle acque di Venezia starebbe nominando «custodi temporanei delle acque vallive i "titolari" e, sulla base di questo titolo, la provincia sta rilasciando le concessioni, gratuite per chi fa pescicoltura».

La titolarità delle valli è oggetto di acceso conflitto: una recente sentenza della Corte di Cassazione [qui], ha stabilito la natura demaniale per l'uso collettivo delle valli.

Luca Zaia avrebbe l'intenzione - da quanto riportato dal Gazzettino - di «cedere l’area naturalistica e agricola di proprietà della regione e gestita da Veneto Agricoltura». L’impressione, registrata tra gli ambientalisti veneziani, è che non si stia andando nella logica di gestione di beni comuni, ma che si continui a gestire il tutto secondo criteri di salvaguardia dell’interesse privato, con l’aggravante che ora la Regione può far cassa cedendo le valli un tempo demaniali.

In preparazione un'iniziativa «dal basso che metta in luce l’esigenza di una corretta e trasparente gestione di un bene comune».

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Sito personale:
Titolo:
Commento:
  La frase di verifica. Solo lettere minuscole senza spazi.
Frase di verifica: