Archivio della categoria ‘eventi’

Tre filmmaker raccontano il quartiere Ferrovieri a Vicenza. Laboratorio aperto a ottobre

Autore: lies
Pubblicato: 20/9/2018

tartivita_faggionato_crudetti_collageCarlo Tartivita (34 anni), Chiara Faggionato (27 anni) e Davide Crudetti (27 anni) sono i tre giovani filmmaker che punteranno la videocamera sul quartiere dei Ferrovieri a Vicenza. Vincitori del bando del progetto “Working Title Film Festival @ Ferrovieri”, gireranno tre cortometraggi documentari, durante una residenza artistica tra ottobre e dicembre, che avranno per protagonista lo storico quartiere popolare sorto un secolo fa attorno all’arsenale ferroviario.

Nel mese di ottobre si terrà un laboratorio per “immergere” i tre filmmaker nel contesto in cui lavoreranno. Tre incontri aperti a tutta la cittadinanza, per ripercorrere insieme le memorie e le identità di un quartiere in trasformazione. Sabato 6 ottobre: “Il quartiere e il lavoro”, sabato 13 ottobre “Il quartiere e la terra”, sabato 27 ottobre “Esplorazione urbana”.

Inoltre sono stati scelti cinque film documentari sui temi delle periferie e del lavoro che saranno proiettati, insieme alle opere dei tre filmmaker, nella rassegna cinematografica prevista nel mese di gennaio, tappa conclusiva del progetto: Sagre Balere di Alessandro Stevanon, Scripta Manent di Giorgia Ripa, Sotterranea – Viaggio in tre atti nel ventre di Milanodi Chiara Campara, Matteo Ninni e Carlo Tartivita, Potlach Milano – Sguardi sulla città interculturale del collettivo Immaginariesplorazioni e Terra e lievito, ex Piazza d’Armi di Milano di Alessandro Marin, Francesco Guarnori, Guido Pedroni.

La selezione è a cura di Marina Resta, direttrice artistica di Working Title Film Festival, che ha scelto i registi fra i 22 candidati – tutti under 35 – che, da quasi tutte le regioni italiane, hanno risposto al bando lanciato in giugno e i cui termini sono scaduti il 1 settembre. Il bando, promosso dall’associazione Lies – Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale, è parte del progetto “Working Title Film Festival @ Ferrovieri”, vincitore del Bando Sillumina – Periferie Urbane (2017), Settore Cinema, sostenuto da SIAE e MIBACT. Ai registi, una volta realizzati i corti, sarà riconosciuto un compenso di 1000 euro lordi ciascuno.

Tutti i dettagli sul sito di Working Title Film Festival.

Bando: cerchiamo registi under 35 e film per raccontare le periferie con “WTFF @ Ferrovieri”

Autore: lies
Pubblicato: 31/5/2018

ferrovieri_case_lightCerchiamo 3 registi sotto i 35 anni per raccontare le periferie e il loro rapporto con il lavoro. L’occasione è il progetto “Working Title Film Festival @ Ferrovieri”, promosso dall’associazione LIES e risultato tra i vincitori del bando “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”, bando “Periferie urbane” (Edizione 2017), settore Cinema, promosso dalla SIAE e dal MiBACT.

Il progetto racconterà attraverso il cinema il quartiere dei Ferrovieri a Vicenza e il suo rapporto storicamente molto stretto con il lavoro, riprendendo le fila del “Laboratorio Ferrovieri”, un’inchiesta partecipata sul/con il quartiere, realizzata nel 2012 e i cui risultati sono pubblicati sul blog: https://laboratorioferrovieri.wordpress.com.

Si articola in tre fasi: un ciclo di laboratori-seminari (ottobre 2018), una residenza artistica nel quartiere Ferrovieri per girare cortometraggi documentari (ottobre-dicembre 2018) e una rassegna cinematografica con film di registi under 35 sul lavoro e le periferie (gennaio-febbraio 2019).

I dettagli sul sito di Working Title Film Festival.

Qui i materiali da scaricare e compilare per candidarsi:

BANDO (PDF) 

ALLEGATO A (PDF) -  (DOC)

Working Title Film Festival 3, i film premiati

Autore: lies
Pubblicato: 16/5/2018

wtff3_premiazioni_lowSi è conclusa al Teatro Comunale di Vicenza martedì Primo maggio 2018, festa dei lavoratori, la terza edizione di Working Title Film Festival – festival del cinema del lavoro. Sono stati assegnati i premi di due sezioni di concorso: Lungometraggi & mediometraggi e Cortometraggi che si aggiungono a quelli della sezione Extraworks assegnati sabato 28 aprile.

Film in programma | Catalogo | Conferenza: 10 anni di crisi | Sguardi su WTFF3 (a cura di Marina Resta)

Appena concluso, il festival già rilancia: la direttrice artistica Marina Resta ha annunciato un nuovo progetto che racconterà attraverso il cinema il quartiere dei Ferrovieri a Vicenza e il suo rapporto storicamente molto stretto con il lavoro. L’associazione Lies Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale, promotrice del festival, organizzerà dall’autunno 2018 dei workshop e una rassegna cinematografica che coinvolgeranno giovani registi, cittadini e associazioni e sindacati che operano nel quartiere. Il progetto, denominato “Working Title Film Festival @ Ferrovieri”, è sostenuto da “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”, bando “Periferie urbane” (Edizione 2017), settore Cinema, promosso dalla SIAE e dal MiBACT.

Di seguito i film premiati.

Leggi tutto…

Una serata in memoria di Alessandro Leogrande il 28 marzo a Padova

Autore: lies
Pubblicato: 15/3/2018

Serata in memoria di Alessandro Leogrande
Anche qui a Padova la morte di Alessandro Leogrande, improvvisa e ferocemente prematura, ha lasciato molti attoniti e commossi. Leogrande è venuto più volte a Padova per presentare i suoi lavori e per collaborare a seminari ed incontri dove ci ha raccontato i retroscena del suo lavoro, i suoi strumenti del mestiere e il suo approccio etico sul lavoro di inchiesta. Abbiamo pensato che una personalità così feconda e umana andasse ricordata affinché diverse persone – chi l’ha conosciuto, chi ha potuto leggere le sue opere o chi, semplicemente, ha sentito parlare di lui – possano incontrare il suo pensiero e il suo percorso di vita.

Proponiamo di ricordare Alessandro Leogrande, il 28 marzo alle 20.30 alla Sala Giorgio La Pira (via Tonzig 9, zona Stanga), chiedendo a Gabriele Proglio – storico, ricercatore all’Università di Coimbra, un intellettuale che l’ha conosciuto e ha incrociato le sue ricerche – di ricordare la sua figura richiamando i temi più generativi del suo lavoro. Alcuni ragazzi del Liceo Curiel, guidati dall’insegnante Giovanni Petrina, che hanno partecipato al progetto della World Social Agenda dedicato alle migrazioni leggendo il suo ultimo libro, La Frontiera, interverranno offrendo le loro riflessioni. Interverrà anche Francesca Benciolini, assessora al Decentramento del Comune di Padova.

Nel corso dell’incontro verrà presentato il progetto del “premio Leogrande – La Frontiera”.

Promosso dall’associazione Laboratorio per l’inchiesta economica e sociale – Lies con il contributo dell’Assessorato al decentramento e alla cooperazione internazionale e pace – Comune di Padova.

Qui l’evento Facebook della serata.

Qui l’archivio audio-video dei seminari di Alessandro Leogrande con Lies.

Working Title Film Festival, sostieni la terza edizione!

Autore: lies
Pubblicato: 8/3/2018

wtff_2018_crowd_facebook-v2Working Title Film Festival – festival del cinema del lavoro si avvicina alla terza edizione, che si svolgerà dal 27 aprile al 1 maggio 2018 a Vicenza, al Ridotto del Teatro Comunale e allo spazio Exworks.

Dopo il bando di concorso internazionale, i cui termini sono scaduti il 31 dicembre 2017, e la selezione dei film, il programma sarà reso noto nelle prossime settimane.

WTFF una realtà indipendente che non potrebbe esistere senza il lavoro e la passione degli organizzatori e la partecipazione del pubblico.

Potete sostenere la terza edizionedonando un contributo all’associazione promotrice Lies – Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale.

Nel frattempo è possibile prenotare un accredito al festival (dal costo di 40 euro per 10 proiezioni al Teatro Comunale e le proiezioni e gli eventi ospitati allo spazio Exworks), oppure acquistare la borsa di tela e la spilletta con i colori della terza edizione del festival (al costo di 20 euro). Si può pagare via bonifico o PayPal. Tutti i dettagli a questo link.

Padova: i nodi dello sviluppo scorsoio. E le proposte per scioglierli

Autore: lies
Pubblicato: 11/9/2017

volantino_nodoscorsoio_fr-001Prenderà il via sabato 16 settembre alle ore 10.00 presso l’ex foro boario di Corso Australia il ciclo di visite ai “nodi dello sviluppo scorsoio padovano”. Il programma è promosso dall’associazione Vite in Viaggio, in collaborazione con il Laboratorio per l’Inchiesta Economica e Sociale (Lies), nell’ambito del progetto La città (in)visibile: segni e mappe del nostro tempo, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, nell’ambito del bando Culturalmente.

Il titolo si rifà ad una celebre, e fulminante, epigramma di Andrea Zanzotto che recita “In questo progresso scorsoio / non so se vengo ingoiato / o se ingoio”. Le visite programmate riguarderanno alcuni luoghi che sono divenuti “vicoli ciechi” dello sviluppo urbano, sede di progetti (pubblici o privati) iniziati con grande fervore ed impegno e poi rivelatesi sbagliati. Progetti frutto di scelte che con il senno di poi si sono dimostrate di corto respiro, magari dettate da interessi particolari.

Durante le visite – in cui avremo a disposizione qualificati “ciceroni”, profondi conoscitori dei luoghi in questione – verranno ripercorse le origini di questi progetti con l’obiettivo di comprendere i meccanismi che hanno portato a quelle scelte rievocando gli impatti sociali ed ambientali che queste opere hanno provocato. E poi, per ciascun caso, cercheremo di capire insieme quali proposte ci sono in campo per un recupero/revisione della situazione.

Ad accompagnarci in ogni visita vi saranno urbanisti, giornalisti, storici in grado di analizzare la situazione, ma ciascuno dei partecipanti avrà la possibilità, se lo vorrà, di portare il proprio punto di vista e le sue conoscenze. Ciascun incontro verrà accompagnato da una breve scheda informativa distribuita ai partecipanti. Al termine degli incontri – raccolto il materiale degli accompagnatori e degli intervenuti – verrà pubblicata una breve inchiesta su ciascun luogo.

È gradita la prenotazione a ciascuna visita scrivendo a laboratorio.inchiesta@gmail.com.

Programma delle visite:

16 settembre ex Foro Boario corso Australia, ore 10.00 accompagnatori: Fabio Tonello, Paolo Coltro

Il Foro Boario di Corso Australia, progettato dall’architetto Giuseppe Davanzo, fu inaugurato nel 1968 con l’ambizione che divenisse un mercato del bestiame di richiamo internazionale. Nel 1985 il mercato del bestiame fu chiuso e per l’edificio furono immaginati e sperimentate molte destinazioni d’uso tra i quali un mercato florovivaistico dal 1985 al 2004. Fu costruita anche una pista d’atletica indoor ora non utilizzata. Il 21 agosto è scaduto il termine per la consegna delle proposte di utilizzo dell’area. E’ giunta unicamente la proposta dell’associazione temporanea di imprese Leroy Merlin e Zed, mentre è in corso una raccolta di firme che chiede “il rispetto degli equilibri e pertanto non siano concesse ulteriori autorizzazioni ad insediamenti commerciali della grande distribuzione e che l’area dell’ex Foro Boario di corso Australia sia destinata ad opere ed impianti di interesse collettivo o sociale”.

30 settembre ore 10.00 Via Anelli, ore 10.00 accompagnatori: Francesca Vianello, Claudia Mantovan, Gianfranco Zulian

I condomini del famoso complesso residenziale furono trasferiti giusto dieci anni fa e i condomini chiusi. Da allora il destino dell’area è stato oggetto di diverse proposte e idee, ma, allo stato, non risulta nulla di definitivo. Ci accompagneranno nella visita le sociologhe Francesca Vianello e Claudia Mantovan che a lungo analizzarono la situazione di marginalità che si creò nel famoso “ghetto” padovano e Gianfranco Zulian ex dirigente del settore urbanistica del Comune di Padova

7 ottobre Torre Gregotti (Arcella), ore 10.00 accompagnatori: Sergio Lironi, Ernesto Milanesi

Nel 1989 venne approvata la lottizzazione ex Sangati con un progetto avveniristico firmato dall’architetto Vittorio Gregotti riguardante l’area di piazza Azzurri d’Italia all’Arcella. Veniva prevista la costruzione di 4 torri e costruzioni-ponte a scavalco di via Tiziano Aspetti. Di torri ne è stata costruita solo solo una e lo spazio quadrilatero che comprende l’ex centro Totip, abbandonato da anni, la chiesa di San Carlo e la piazza Azzurri d’Italia è rimasto una sorta di vuoto urbano Un progetto dell’Immobiliare Valli che consisteva in sostanza nella proposta di edificare 33 mila metri cubi (di proprietà privata) in cambio della costruzione di 7 mila metri cubi (di proprietà pubblica) da cedere al Comune per realizzarvi un centro civico di quartiere e spazi per attività culturali (biblioteche, mediateche, eccetera) è stato respinto da un referendum del 2006.

14 ottobre Pp 1, ore 10.00 accompagnatori: Luisa Calimani, Claudio Malfitano

L’area è quella tra le vie Trieste, Valeri, Tommaseo, piazza Salvemini e piazzetta Turati. Il primo progetto del Pp1 (Piano Particolareggiato 1) nasce nel 2004, quando a Palazzo Moroni era sindaco Giustina Destro. Le aziende proprietarie dell’area – le maggiori dell’edilizia padovana – presentarono in Comune un progetto firmato dall’architetto Boris Podrecca. Il progetto prevedeva un grattacielo di 28 piani, alto 108 metri, una serie di ville urbane e tre mega-parcheggi interrati. La crisi e la necessità di complesse opere di bonifica hanno portato al fallimento del progetto da cui l’attuale “buco nero” a due passi dalla Cappella degli Scrovegni.

Le visite proposte precedono e accompagnano il contenitore culturale Festival della Lentezza 2017, che si terrà dal 5 all’8 ottobre 2017, nel Comune di Ponte San Nicolò di Padova.

Nuovi contadini e la Zona Industriale di Padova: le proposte di Lies a l’Elefante festival del tempo lungo

Autore: lies
Pubblicato: 6/6/2017

lies_inuovicontadini_16giugno_iiL’associazione Lies ha collaborato all’organizzazione de l’Elefante Festival del tempo lungo, dal 15 al 25 giugno 2017 a Padova. I progetti curati riguardano il tema della terra.

Venerdì 16 giugno, alle ore 19 a Ca’ Sana (Via Santi Fabiano e Sebastiano, 13) si terrà il confronto I nuovi contadini: identità e conflitti, aperitivo di presentazione dell’inchiesta condotta dagli studenti della III A del Liceo Fuà Fusinato – ISS Concetto Marchesi, con Elena Apostoli Cappello (antropologa, LIES) Moreno Feltrin e Valentina Chiesura (azienda agricola Le Terre del Fiume, Padova).

Un evento a cura di LIES – Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale che vedrà anche la proiezione del documentario I giganti della montagna di Silvia Berretta, vincitore del Premio Il Campo Lungo al Working Title Film Festival di Vicenza.

Sabato 17 giugno sono due gli appuntamenti dedicati al tema, che scaturiscono da tre iniziative diverse: alle 17, al Parco la Fenice (Lungargine Gerolamo Rovetta 28), durante Torneranno i prati? Parole e immagini sul consumo di suolo a Padova, oltre alla visita del parco, saranno presentati RE-VISIONI, progetto fotografico di cinque autori veneti coordinato da Orlando Myxx e l’inchiesta realizzata da Gianni Belloni (giornalista, LIES) sulla Zona Industriale di Padova.

A seguire, intervento del prof. Giorgio Conti (Archivio della Sostenibilità – Università di Venezia Ca’ Foscari) e aperitivo per i partecipanti; alle 20, di scena sarà invece il film Bioresistenze importante documentario di Guido Turus sui giovani contadini italiani.
Di seguito il comunicato di lancio del festival.

Leggi tutto…

L’Elefante Festival del tempo lungo a Padova

Autore: lies
Pubblicato: 7/5/2017

L’associazione Lies è fra i promotori di un nuovo festival che farà il suo debutto a Padova nel mese di giugno 2017: L’Elefante Festival del tempo lungo, si articolerà dal 15 al 25 giugno attorno cinque grandi temi, con diversi percorsi che attraverso l’arte, la creatività, l’inchiesta, la ricerca e il confronto partecipato, tracciano sentieri verso un futuro migliore, a piccoli passi.

elefante_festival_padova

Lies farà la sua parte attraverso dei momenti dedicati all’inchiesta, che saranno svelati prossimamente. Per conoscere le novità, vi invitiamo a seguire il sito del festival e la pagina Facebook.

Elefante Festival è stato ideato nel 2016 a Padova dall’Associazione Pop Economix e costruito insieme a otto partner di progetto – Associazione LIESCooperativa Spazi PadovaniCooperativa E.S.T. /Co+Associazione La Mente ComuneOAT – Officine Arte TeatroAssociazione L’Osteria VolanteAssociazione Vite in Viaggio e Associazione Studenti Universitari Padova.

L’Elefante Festival del tempo lungo ha ottenuto il sostegno del Bando Culturalmente 2016 della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e il riconoscimento di quattro partner istituzionali: Comune di Padova – Assessorato alle politiche giovanili – Progetto GiovaniCentro Studi TonioloBanca Popolare EticaSEC – Scuola di Economia Civile.

Working Title Film Festival 2: film, dibattiti e mostre per ragionare sul lavoro

Autore: lies
Pubblicato: 20/4/2017

wtff2_flyer_copertina_light_web

Working Title Film Festival, festival del cinema del lavoro, torna a Vicenza, da giovedì 27 aprile a lunedì 1 maggio, con una seconda edizione dallo spiccato taglio internazionale.

Due film in prima visione europea, cinque in prima visione italiana, otto in prima visione veneta, tre in prima vicentina e uno in prima visione assoluta: in tutto sono 20 le opere che saranno proiettate e presentate da registi internazionali nei cinque giorni di festival al Cinema Primavera.

Di questi, 17 fanno parte del concorso internazionale che vedrà la premiazione la sera del Primo maggio, festa dei lavoratori. Proprio il lavoro è il filo rosso tematico che connette un programma ricco, che coinvolge tre spazi della città. Oltre al Primavera, infatti, altri eventi sono ospitati dal Polo Giovani B55, sede di due dibattiti il 27 e 28 aprile, e da Exworks sede di un’installazione video e di una festa.

Il festival è fra i progetti vincitori del bando SILLUMINA – Copia privata per i giovani, per la cultura (2016) promosso dalla SIAE e dal MiBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Il programma completo e dettagliato è pubblicato in un catalogo di 40 pagine distribuito gratuitamente e sul sito www.workingtitlefilmfestival.it.

 

Progetto “L’infinito viaggiare” a Padova

Autore: lies
Pubblicato: 12/3/2016

logo infinito viaggiare small per fb

Lies è associazione capofila del progetto L’infinito Viaggiare – Storie, letture e racconti della “società del migrare”, finanziato dal bando “CulturalMente 2015” della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Il progetto coinvolge 4 librerie, 5 associazioni e l’università di Padova, le iniziative si tengono da marzo a dicembre 2016.

Lies cura la comunicazione del progetto, e promuove un laboratorio di inchiesta sul viaggio e un laboratorio di scrittura etno-antropologica. Le informazioni qui.

Vi invitiamo a seguire le attività del fitto calendario de L’infinito Viaggiare sul sito www.infinitoviaggiare.it e sulla pagina Facebook qui.

Il viaggio come antidoto alla paura e all’insicurezza: è questo il filo rosso che percorre il progetto L’infinito Viaggiare: storie, letture e racconti della “società del migrare”, che per dieci mesi, da marzo a dicembre 2016, animerà la città di Padova con una costellazione di eventi aperti alla cittadinanza tutta. Quattro librerie, cinque associazioni e l’Università si alleano nel promuovere laboratori di inchiesta e di scrittura autobiografica, mostre, presentazioni di libri, passeggiate interculturali e teatro sulla cultura del viaggio e il racconto delle migrazioni.

Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2015. Capofila è l’associazione LIES – laboratorio dell’inchiesta economica e sociale, affiancata da Officine Arte TeatroL’Albero dei desideriVite in Viaggio, e Cooperativa Nuovo Villaggio; le quattro librerie aderenti sono Pangea – libreria di viaggio, Pel di Carota – libreria per ragazzi, Lìbrati – libreria delle donne, Libreria Zabarella. Il Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (Fisppa) dell’Università di Padova realizzerà un report sulle attività.

Ultimi articoli

Commenti

Abbònati