>Articoli con il tag ‘padova’

Comprendere i conflitti ambientali: un corso a Padova con A Sud, CDCA e LIES

Autore: lies
Pubblicato: 3/2/2015

a_sud_lies_corso_padova_2015A Sud e il CDCA (Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali) promuovono, assieme a LIES, Laboratorio dell’Inchiesta Economica e Sociale, un corso intensivo per imparare ad analizzare, documentare, mappare e comunicare le emergenze ambientali del territorio. “Comprendere i conflitti ambientali”: quattro moduli formativi di 6 ore ciascuna per acquisire elementi cognitivi e analitici rispetto ai fattori di rischio ambientale presenti sul territorio, indagarne le cause, denunciarne gli impatti.
Il corso si tiene a Padova a partire dal 6 febbraio 2015. Le iscrizioni sono aperte fino a Martedì 3 Febbraio 2015, per informazioni e iscrizioni inviare una mail all’indirizzo: corsocdca @ gmail.com.
Vedi il Progetto di formazione sui conflitti ambientali sul sito di A Sud Onlus.

Leggi tutto…

Padova: al via inchiesta sul verde in città, dibattito allo spazio CO+

Autore: lies
Pubblicato: 4/7/2014
Sabato 5 luglio dalle ore 18:30 saremo in Piazza Gasparotto a Padova, ospiti di CO+ (www.copiu.it), lungo Corso del Popolo, a due passi dalla stazione dei treni, per parlare di “Barometro Ambientale”, un’inchiesta che intende avviare un dibattito pubblico sulla condizione del verde in città, e del nostro progetto “Porto l’Orto a Lampedusa” ► www.terraonlus.it/lampedusa
Interverranno al dibattito:
• Fabio Ciconte (presidente Terra ONLUS)
• Gianni Belloni (giornalista e presidente LIES)
• Sarah Stempfle (Università IUAV di Venezia)
• Filippo Vettorato (ideatore di “Orto sul terrazzo)
modera il dibattito Diego Di Masi (presidente Coop. EST)Al termine dell’incontro sarà offerto un aperitivo BIO e a kmO e a seguire la partita del Mondiale.

“Verifiche Incerte. Fil(m)ologia dell’inchiesta”, a Padova sabato 12 ottobre

Autore: lies
Pubblicato: 29/9/2013

Lies propone una giornata dedicata all’inchiesta audiovisiva fra i linguaggi del giornalismo e del cinema.

LOCANDINA-VERIFICHE-INCERTE
Sabato 12 ottobre @ Carichi Sospesi
vicolo del Portello 12 Padova
Ingresso gratuito, tessera Arci obbligatoria

ore 17 workshop sul video giornalismo dal basso a cura di Pubblico Bene www.pubblicobene.it

Un’inchiesta di Pubblico Bene: È il tempo delle zucchine: indagine sugli orti a Bologna

ore 19 aperitivo

ore 20.30 proiezione del film documentario Materia Oscura, 2013 (80′) alla presenza dei registi Massimo D’Anolfi e Martina Parente.

Il trailer di Materia Oscura

Promosso da: LIES – Laboratorio dell’Inchiesta Economica e Sociale in collaborazione con Carichi Sospesi e associazione culturale Gooliver. A cura di Marina Resta, Walter Ronzani, Giulio Todescan e Raffaele Pizzatti Sertorelli.

Condomini popolari di via delle Melette, tra manutenzione fai da te e intercultura

Autore: lies
Pubblicato: 16/9/2013

A Padova, la storia di un condominio e di un cortile in parte autogestiti dagli abitanti. Intervista di Marta Dalla Pozza, con la collaborazione di Chiara Dall’Osto e Maria Laura Mastroeni, realizzata nell’ambito del laboratorio “Non c’è rotta che non abbia una stella”, svoltosi nel 2013 con il contributo del Comune di Padova.

Introduzione: il quartiere Savonarola e il suo sviluppo edilizio

Via delle Melette si colloca nel quartiere cinque, chiamato Armistizio-Savonarola, a sud-ovest di Padova. La zona è racchiusa tra Porta Savonarola, Porta San Giovanni, Campo di Marte e il cavalcavia di Chiesanuova.

L’area di via Melette a Padova, su Google Maps

Ad inizio secolo è ancora una zona agricola. Attorno al 1920 arrivano i primi residenti. L’Opera Pia Case Popolari vi costruisce, infatti, i primi edifici residenziali pubblici, per ospitare gli abitanti di alcuni quartieri degradati e fatiscenti del centro. Altre istituzioni seguono poi l’esempio dell’Opera Pia. Oggi vi si trova la più alta concentrazione di case popolari della città. Oltre all’edilizia popolare vi sono piccoli condomini e villette. L’area è vissuta dai padovani anche come posto di passaggio: data la vicinanza al centro, molte persone vi parcheggiano. Proprio per la sua collocazione, si tratta di una zona appetibile, dal punto di vista immobiliare. Leggi tutto…

Alessandro Leogrande: raccontare la città, raccontare la fabbrica, raccontare Taranto [AUDIO]

Autore: lies
Pubblicato: 6/5/2013

alessandro-leograndeVenerdì 3 maggio 2013 il laboratorio di Lies è stato ospitato negli spazi occupati del Laboratorio Bios, in via Palestro a Padova. Stanze di proprietà dell’Inps abbandonate da circa 15 anni, riaperte da un collettivo di giovani precari. Incontriamo Alessandro Leogrande, scrittore e giornalista nato e cresciuto a Taranto. Il suo contributo ci parla di inchiesta come capacità di profondità storica e politica, di ricostruzione del contesto sociale e economico in cui accadono gli “eventi” che raccontiamo. In particolare nella seconda parte del seminario Leogrande racconta la genesi di Fumo sulla città, libro in uscita in questi giorni su Taranto e la drammatica e attualissima vicenda dell’Ilva.

Alessandro Leogrande è vicedirettore del mensile Lo straniero. Collabora con quotidiani e riviste e conduce trasmissioni per Radiotre. Per L’ancora del Mediterraneo ha pubblicato: Un mare nascosto (2000), Le male vite. Storie di contrabbando e di multinazionali (2003; ripubblicato da Fandango nel 2010), Nel paese dei viceré. L’Italia tra pace e guerra (2006). Nel 2008 esce per Strade Blu Mondadori Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud. Il suo ultimo libro è Il naufragio (Feltrinelli). Per minimum fax ha curato l’antologia di racconti sul calcio Ogni maledetta domenica (2010). In uscita nel maggio 2013 il suo nuovo libro Fumo sulla città (Fandango Libri) che racconta la Taranto dell’Ilva ma scava anche nella storia politica, sociale e urbanistica della città.

ARCHIVIO - ascolta i precedenti seminari di Alessandro Leogrande a LIES: il primo nel marzo 2011 (parlando soprattutto di Uomini e caporali), il secondo nel novembre 2011 (parlando soprattutto de Il naufragio).

Laboratorio inchiesta e città, iscrizioni aperte fino al 15 marzo

Autore: lies
Pubblicato: 5/3/2013

Sono aperte fino al 15 marzo le iscrizioni al laboratorio di inchiesta sulla città: imparare a fare inchiesta sul campo, a partire da Padova. Costo 30-50 euro, 5 pomeriggi seminariali fra aprile e maggio e poi lavoro di gruppo per scrivere e filmare la città che cambia intorno a noi.

banner_rotta_stella

Seminari formativi (presso il Centro universitario, via Zabarella 82, Padova) dal 5 aprile al 2 maggio, dalle 14.30 alle 18.30
Venerdì 5 aprile – Massimo Conte
Venerdì 12 aprile – Ernesto Milanesi e Sebastiano Canetta
Venerdì 19 aprile – Sergio Lironi
Venerdì 3 maggio – Alessandro Leogrande
Venerdì 10 maggio – Zalab

Nei mesi seguenti gli iscritti lavoreranno in gruppi su temi di inchiesta concordati insieme, utilizzando i linguaggi della scrittura e del video. Al centro dell’attenzione la città di Padova oggi.
Le inchieste realizzate saranno poi restituite alla città in modalità da definire, tramite il web e eventuali momenti pubblici di presentazione-dibattito.

Modalità di iscrizione.
Il laboratorio è aperto a tutti i cittadini interessati.
L’iscrizione costa 50 euro per lavoratori a tempo indeterminato e pensionati, 30 euro per studenti, precari e disoccupati, e comporta automaticamente il tesseramento all’associazione di promozione sociale “LIES” per l’anno 2013.
Entro domenica 17 marzo gli interessati dovranno inviare il modulo di iscrizione compilato all’indirizzo mail laboratorio.inchiesta@gmail.com.
Il modulo si scarica da qui.

“Non c’è rotta che non abbia una stella” sul Mattino di Padova

Autore: lies
Pubblicato: 27/2/2013

convegno_2-marzo-2013_il_mattino

Il Mattino di Padova, mercoledì 27 febbraio, ricorda il convegno organizzato da Lies per sabato 2 marzo (tutte le info qui).

“Rivoluzione Terrestre”: a Padova in aprile tre incontri su lavoro, città e spazio pubblico

Autore: lies
Pubblicato: 14/3/2012

TAVOLA ROTONDA “RIVOLUZIONE TERRESTRE. I CAMBIAMENTI POSSIBILI”
Padova, Via degli Zabarella 82, Sala Blu c/o Centro Universitario, giovedì 12 – 19 – 26 aprile 2012 alle ore 17.45

Tre incontri per approfondire alcuni punti nodali del nostro tempo: lavoro, città e spazio pubblico. Questo il programma della tavola rotonda “Rivoluzione terrestre. I cambiamenti possibili”, in programma a Padova, Via degli Zabarella 82, presso la Sala Blu del Centro Universitario Padovano, giovedì 12 – 19 – 26 aprile, dalle 17.45 alle 20.15.

Gli incontri, gratuiti ed aperti a tutta la cittadinanza, propongono riflessioni a più voci sulla gestione delle “emergenze”, la qualità della vita nella città della rendita e la metamorfosi del lavoro.

L’obiettivo è riflettere su taluni risvolti della crisi contemporanea e capire la praticabilità di istanze di cambiamento possibili e promuovere la possibilità di altra visione e di altro approccio alle problematicità.

Il punto di partenza delle discussioni saranno inchieste, rivendicazioni e vertenze importanti e significative sia sul piano nazionale sia a livello locale, con particolare attenzione alla città di Padova che ospita l’iniziativa, ma incontrando e confrontandosi con la cittadinanza attiva di altre provincie e regioni.

L’iniziativa è finanziata con il contributo dell’Università di Padova sui fondi della Legge 3.8.1985 n. 429 e promossa da: ASU – Associazione Studenti Universitari, LIES – Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale e dalla rivista “Lo straniero”.

Partecipazione ad ingresso gratuito.
Programma: Volantino pieghevole in pdf
Qui sotto il programma completo Leggi tutto…

Aperte le iscrizioni al Laboratorio di inchiesta “Michele Zoccarato”

Autore: lies
Pubblicato: 30/9/2011

Sono aperte da oggi le iscrizioni al nuovo laboratorio di inchiesta promosso da “LIES”. Il laboratorio si terrà a Padova (la sede sarà specificata in seguito) per sei venerdì consecutivi al pomeriggio (14.30-18.30), dal 28 ottobre al 2 dicembre. Durante il laboratorio sarà richiesto ai partecipanti di realizzare, in gruppi, piccoli lavori di inchiesta.
I docenti sono Stefano Laffi (sociologo, agenzia Codici di Milano), Alessandro Leogrande (giornalista e scrittore, vicedirettore della rivista Lo Straniero), Devi Sacchetto (sociologo del lavoro, ricercatore all’Università di Padova), Ernesto Milanesi e Sebastiano Canetta (giornalisti, Il Mattino di Padova e Il Manifesto).
Le iscrizioni [scarica qui il modulo da compilare] vanno inviate entro giovedì 20 ottobre a laboratorio.inchiesta @ gmail.com [togliere gli spazi intorno a "@"]. A stretto giro dopo quella data i partecipanti selezionati saranno contattati; il costo dell’iscrizione è di 60 euro per studenti e disoccupati, 80 euro per lavoratori, in cui è già compresa una quota di 10 euro come iscrizione alla neonata associazione “LIES”.
Il laboratorio è intitolato a Michele Zoccarato, operaio e delegato della Cgil che partecipò con grande passione alla prima edizione del laboratorio, la scorsa primavera. Un tragico incidente sul lavoro lo ha portato via il 15 aprile, alla fine del suo turno di notte. A lui, nel nostro piccolo, vogliamo dedicare il nostro tentativo di conoscere i meccanismi di approfondimento e di conoscenza della realtà, con l’intento di cambiarla. Lo stesso intento che, sappiamo, animava Michele.

“Inchiesta e azione: spazi di cambiamento nelle città” il 14 ottobre alla libreria Pangea, a Padova

Autore: lies
Pubblicato: 26/9/2011

Vi invitiamo a partecipare con noi al festeggiamento per la nascita dell’associazione “LIES – Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale”.  Venerdì 14 ottobre dalle 17.30 a Padova, ci ospietrà la libreria Pangea.
Con noi ci saranno l’etnologa Marianella Sclavi e la sociologa Paola Arrigoni. Discuteremo con loro di “Inchiesta e azione: spazi di cambiamento nelle città”.

Durante l’incontro verrà presentato il nuovo libro di Marianella Sclavi e Lawrence E. Susskind “Confronto creativo. Dal diritto di parola al diritto di essere ascoltati”, et al. edizioni. Paola Arrigoni è autrice di “Terre di nessuno. Come nasce la paura metropolitana”, Melampo editore, inchiesta su via Padova a Milano.
La libreria Pangea si trova nel centro di Padova in via S. Martino e Solferino, 106 (di fronte all’ex cinema Concordi).
Dopo il dibattito sarà offerto un buffet di prodotti e vini tipici di stagione per festeggiare la fondazione dell’associazione LIES.

[Qui l’evento su Facebook da diffondere]

Ultimi articoli

Commenti

Abbònati