>Articoli con il tag ‘rivoluzione terrestre’

“Rivoluzione Terrestre”: Vajont e “shock economy” sul Mattino di Padova

Autore: lies
Pubblicato: 30/4/2012

Riportiamo il bell’articolo apparso sulle pagine culturali del Mattino di Padova.

Voglia di shock economy ingiustizia o volano?
Come dopo il Vajont: così il Triveneto partì, con la defiscalizzazione, per diventare mitico Nordest. Ma oggi la ricetta anti-crisi può essere diversa

di Nicolò Menniti-Ippolito

PADOVA

La domanda è sempre quella: come si uscirà dalla crisi? Ed almeno è una bella dimostrazione di ottimismo, perché è dato per scontato che se ne uscirà. Una possibilità è quella che dal 2007 viene chiamata “Shock economy”, secondo una fortunata formula inventata da Naomi Klein. Una seconda è quella di ripensare globalmente il sistema con occhi nuovi. L’incontro di studio organizzato a Padova da Lies (Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale) ha puntato decisamente sulla seconda via, ma partendo dalla prima. Leggi tutto…

Giovedì 19 aprile due appuntamenti sulla città, a Padova e Vicenza (e mercoledì a Venezia)

Autore: lies
Pubblicato: 17/4/2012

1] A Padova, giovedì 19 aprile alle 17.45, LIES vi invita al secondo appuntamento del ciclo “Rivoluzione Terrestre” [volantino pdf]
Dopo il primo incontro sul tema del lavoro, concentriamo il nostro sguardo sulla città:

Gli abitanti cambieranno la città? Pratiche sociali e costruzione della città pubblica.
Sala Blu c/o Centro Universitario, Via degli Zabarella 82, Padova

Le buone condizioni di vita degli abitanti dovrebbero essere lo scopo di ogni azione sulla città. Investire in qualità urbana significa non soltanto costruire belle piazze e case e attrezzare tanto verde, ma favorire lo sviluppo di un tessuto sociale eterogeneo e coeso, nonché di un sistema eco-sostenibile.

Ne discutono:
Sandro Ginestri, Comitato “Zona verde Iris” – Padova
Francesca Alice Vianello, Università degli Studi di Padova
Sara Carneri, StudioEVO – per lo sviluppo del territorio
Luca Di Lorenzo, Comitato “Le bolle” – Padova

2] Quasi in contemporanea, a Vicenza alle 15.30, segnaliamo un interessante seminario dal titolo

Dare spazio ai beni comuni
Palazzo Cordellina, Biblioteca Bertoliana, contra’ Riale 12, Vicenza

a cura del Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara nell’ambito di TESS (Intensive Programme in Territorial Empowerment and Social Sustainability).
Il seminario, inserendosi nel dibattito sul futuro delle politiche territoriali ed ambientali, si propone di offrire una panoramica di approcci teorici e un piccolo repertorio di risultati concreti che danno conto delle energie che si possono mettere in campo per innovare le pratiche dell’agire sociale garantendo, attraverso regole condivise, un più stretto legame tra collettività e territori. [il testo integrale di presentazione in pdf]

Ne discutono:
Carlo Donolo – sociologo, Università La Sapienza – “Beni comuni e processi sociali”
Claudia Bettiol – Bettiol&Partners – “Manifesto europeo per i beni comuni”
Francesco Vallerani – Università Ca’ Foscari – “Il paesaggio come bene comune”
Dario Brollo – Banca Etica – “Il progetto La Costigliola”
Gianluca Marocci e Rosanna Montecchi – “GAT Gruppo Acquisto Terreni, Mantova”
Francesca Leder e Maria Giovanna Govoni – Università di Ferrara – “TESS: Under Construction”

3] A Venezia la mattina di mercoledì 18 a partire dalle 10 si svolge un convegno a cura del gruppo After Crisis:

Building Citizenship to make the Cities. Riflessioni a partire dal case di Milano-Downtown
Seminario + mostra fotografica di “Milano Downotown”
Cà Tron, Santa Croce 1957, Venezia

Il seminario intende riflettere sugli aspetti critici, e innovativi, che coinvolgono urbanistica e politiche, nelle differenti dimensioni in cui si esplicano ed agiscono, a partire dalla prova dei luoghi e delle persone che li abitano. L’occasione è data dal libro e dalla mostra “Milano Downtown”, in quanto esiti di una ricerca commissionata dal Plan Urbanisme Construction Architecture del Ministero Francese de l’Ecologie, du Développement et de l’Aménagement durables al Dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano. [testo completo]

Ne discutono:
Ruben Baiocco – Università IUAV Venezia
Paola Arrigoni – ISPO Milano
Massimo Bricocoli, Alessandro Coppola,  Paola Savoldi – Politecnico di Milano
Carla Tedesco, Liliana Padovani, Giulio Ernesti, Leonardo Ciacci, Giulio Ernesti – IUAV

 

“Rivoluzione Terrestre”: a Padova in aprile tre incontri su lavoro, città e spazio pubblico

Autore: lies
Pubblicato: 14/3/2012

TAVOLA ROTONDA “RIVOLUZIONE TERRESTRE. I CAMBIAMENTI POSSIBILI”
Padova, Via degli Zabarella 82, Sala Blu c/o Centro Universitario, giovedì 12 – 19 – 26 aprile 2012 alle ore 17.45

Tre incontri per approfondire alcuni punti nodali del nostro tempo: lavoro, città e spazio pubblico. Questo il programma della tavola rotonda “Rivoluzione terrestre. I cambiamenti possibili”, in programma a Padova, Via degli Zabarella 82, presso la Sala Blu del Centro Universitario Padovano, giovedì 12 – 19 – 26 aprile, dalle 17.45 alle 20.15.

Gli incontri, gratuiti ed aperti a tutta la cittadinanza, propongono riflessioni a più voci sulla gestione delle “emergenze”, la qualità della vita nella città della rendita e la metamorfosi del lavoro.

L’obiettivo è riflettere su taluni risvolti della crisi contemporanea e capire la praticabilità di istanze di cambiamento possibili e promuovere la possibilità di altra visione e di altro approccio alle problematicità.

Il punto di partenza delle discussioni saranno inchieste, rivendicazioni e vertenze importanti e significative sia sul piano nazionale sia a livello locale, con particolare attenzione alla città di Padova che ospita l’iniziativa, ma incontrando e confrontandosi con la cittadinanza attiva di altre provincie e regioni.

L’iniziativa è finanziata con il contributo dell’Università di Padova sui fondi della Legge 3.8.1985 n. 429 e promossa da: ASU – Associazione Studenti Universitari, LIES – Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale e dalla rivista “Lo straniero”.

Partecipazione ad ingresso gratuito.
Programma: Volantino pieghevole in pdf
Qui sotto il programma completo Leggi tutto…

Ultimi articoli

Commenti

Abbònati